Alpini e soldati
alpini e soldati.doc
Documento Microsoft Word 55.5 KB
Bosch e l'immaginario precristiano
Bosch e l'immaginario fantastico precris
Documento Microsoft Word 65.5 KB
I draghi delle Alpi
draghi delle alpi.doc
Documento Microsoft Word 104.0 KB
Mistero, violenza e sogno: la pittura fantastica
pittura fantastica.doc
Documento Microsoft Word 161.5 KB
Storia dell'arte - L'immaginario - BOSCH E LA PITTURA FANTASTICA - presentazione
Animali fatati e metamorfosi; esseri composti da bestie di razze diverse; entità che appartengono contemporaneamente ai quattro stati della materia: espressioni complesse di una mentalità che aveva compreso l'unità fondamentale del creato.
Storia dell'arte - immaginario - Bosch.p
Presentazione Microsoft Power Point 17.5 MB
Storia dell'arte - L'immaginario - PIETER BRUEGEL IL VECCHIO: L'ALCHIMIA E L'ERESIA
L'uomo di Bruegel è una creatura calata in un universo per niente idilliaco in cui neanche la fede offre un sicuro riparo, ma anzi è spesso derisa o ridotta a semplice superstizione. Paure, vizi, deformazioni fisiche e morali sono riprodotte con occhio lucido e, per quanto possibile, oggettivo, privo di compiacenze, ma senza disprezzo. La sua arte si legò a quella di Bosch per l'impeto fantastico e la capacità di penetrazione all'interno del magma delle passioni umane, ma se ne distaccò per il lato realistico e l'aderenza "corporale" ai fatti concreti.
Storia dell'arte - immaginario - Bruegel
Presentazione Microsoft Power Point 26.6 MB
Storia dell'arte - L'immaginario - MONSU' DESIDERIO: UN ATELIER DI PITTORI FIAMMINGHI A NAPOLI CHE FANNO ESPLODERE LE CATTEDRALI
Monsù Desiderio è l'unione di due storpiature di nomi, che nascondono un laboratorio di pittori francesi lorenesi attivi a Napoli nella prima metà del '600. Artisti dalla forte carica fantastica, ambientano le sue scene di distruzione, miseria e violenza in architetture capricciose e irreali, popolate di piccole figure totalmente indifferenti al mondo che gli esplode intorno.
storia dell'arte - immaginario - monsù D
Presentazione Microsoft Power Point 41.7 MB
Storia dell'arte - L'immaginario - MAGNASCO E GLI ORRORI DELL'INQUISIZIONE
Cupe immagini di galere seicentesche in cui gli sbirri di signori ed inquisitori torturano poveri cristi accusati di chissà che cosa. Mendicanti e straccioni che si trascinano per strade piene di violenza: un ritratto dell'Italia del “secolo di ferro” che ci illumina sulla sorte di un'umanità negletta e dimenticata.
storia dell'arte - immaginario - Magnasc
Presentazione Microsoft Power Point 26.7 MB
Storia dell'arte - L'immaginario - FUSSLI E I MONDI DELL'ALDILA'
spiriti fantastici e incubi che opprimono il sonno di innocenti (?!) fanciulle in fiore. Sentimenti inconfessabili che affiorano da universi alieni. Demoni e donne potenti che inseguono esseri umani tormentati, per renderli coscienti dei propri limiti.
Storia dell'arte - immagubario - Fussli.
Presentazione Microsoft Power Point 14.2 MB
Storia dell'arte - L'immaginario - ARCIMBOLDO E GLI ARCANI UNIVERSI DELLA CABALA
«...pittore raro, e in molte altre virtù studioso, e eccellente; e dopo l'aver dato saggio di lui, e del suo valore, così nella pittura come in diverse bizzarrie, non solo nella patria, ma ancor fuori, acquistossi gran lode...»: personaggio misterioso, di cui si sa pochissimo, profondo conoscitore della magia.
Storia dell'arte - immaginario - Arcimbo
Presentazione Microsoft Power Point 22.4 MB
Storia dell'arte - L'immaginario - SALVATOR ROSA, LE STREGHE E LA COMPAGNIA DELLA MORTE
Fu un sovversivo a tutto tondo: pittore napoletano, la sua fama è legata soprattutto alla rappresentazione di paesaggi, caratterizzati da una natura aspra e selvaggia, alle scene di battaglia, contraddistinte da una cruda espressività, e alla predilezione per le tonalità scure e i contrasti luministici. Dipinse ritratti allegorici, soggetti mitici e biblici, dalle atmosfere cupe e misteriose, e molti quadri legati a temi magici.
Storia dell'arte - immaginario - Salvato
Presentazione Microsoft Power Point 16.0 MB
Storia dell'arte - l'immaginario - MISTERO, VIOLENZA E SOGNO: IL MAESTRO DELLA FERTILITA' DELL'UOVO
Di lui non si sa proprio niente: non è rimasto nemmeno il suo nome. Sappiamo solo che viene dalla provincia di Brescia, e che opera nella seconda metà del ‘600…. Che, forse, fa riferimento all’Accademia della Val di Blenio; che, probabilmente, è un esoterista; che, sicuramente, è un contestatore. I suoi quadri erano fra quelli che si commissionavano col passa parola, si tenevano dietro una tendina, o si nascondevano nella Wünderkammer, e, quando passavano in eredità, non si faticava a vendere se c’era bisogno di soldi.
Malgrado tutto, quando abbiamo organizzato la mostra, sono arrivati in molti col dipinto sotto il braccio…
storia dell'arte - immaginario - Maestro
Presentazione Microsoft Power Point 13.7 MB
Imre Makovecz e l'architettura organica
Imre Makovecz e l'architettura organica.
Documento Microsoft Word 45.0 KB
Le storie negate
Le storie negate.doc
Documento Microsoft Word 26.0 KB
Madonna - Santuari in Bergamasca
Madonna della Cornabusa - Valle Imagna; Santa Brigida - Val Brembana; Beata Vergine di Monte Altino - Albino; Bailino - Levate; Beata Vergine del miracolo della gamba - Altino
Madonna - vari santuari - Bergamasca.doc
Documento Microsoft Word 92.0 KB
Madonna - Santuari in Bergamasca
Madonna della Basella - Urgnano; Madonna della Neve - Bergamo; Madonna della Torre - Sovere
bergamo - italia nostra - articoli santu
Documento Adobe Acrobat 56.2 KB
Madonna del Tiglio - Gravedona (Co)
Madonna del Tiglio - Gravedona (Co).doc
Documento Microsoft Word 33.5 KB
La paura e il coraggio: valori antropologici, valori morali
paura e coraggio.doc
Documento Microsoft Word 32.0 KB
La religione degli alberi
religione degli alberi.doc
Documento Microsoft Word 59.0 KB
LA RELIGIONE DEGLI ALBERI - presentazione
Per millenni, una foresta immensa ha riicoperto l'Europa. Una selva oscura che faceva paura ai cittadini, ai nobili, ai preti e ai ricchi, ma che ospitava una popolazione che vedeva il lei non solo fonte di nutrimento e di sapere, ma anche di spiritualità e sacralità. Gli alberi, gli esseri viventi più vecchi della storia dell'umanità, parlavano e davano consigli agli uomini che sapevano ascoltare.
Religione alberi - presentazione.pptx
Presentazione Microsoft Power Point 23.5 MB
LA RELIGIONE DEGLI ALBERI - pubblicazione illustrata
Per migliaia di anni, l'Europa fu ricoperta da una foresta immensa. Madre di tutte le creature, fonte di vita materiale e spirituale. Gli alberi, gli esseri viventi più antichi della storia dell'umanità, erano fonte di saggezza. Divinizzati, davano consigli e forza di andare avanti. Pene severe erano comminate a chi li uccideva senza una ragione valida.
Aosta - Maria Cristina - libretto religi
Documento Adobe Acrobat 7.2 MB
Il sabba delle streghe in arco alpino
sabba.doc
Documento Microsoft Word 80.0 KB
Paiedo - Samolaco (So) - Un framento di medioevo alpino
Samolaco (So) - Paiedo un frammento di m
Documento Microsoft Word 30.0 KB
La Cueta - Samolaco (So) Un edificio multifunzionale rinascimentale
Samolaco (So) - un esempio di edificio m
Documento Microsoft Word 20.0 KB
Il bestiario fantastico di Sermide (Mn)
Sermide (Mn) - Il bestiario fantastico.d
Documento Microsoft Word 59.0 KB
Simboli e rappresentazioni magiche in arco alpino
simbolo e rappresentazione magiche.doc
Documento Microsoft Word 37.0 KB
Gli spiriti delle Alpi
spiriti delle Alpi.doc
Documento Microsoft Word 38.0 KB
Sport e iniziazioni mancate - presentrazione
sport e iniziazione mancata - presentazi
Presentazione Microsoft Power Point 300.5 KB
Sport e iniziazioni mancate
sport e iniziazione mancata.doc
Documento Microsoft Word 24.5 KB
Storie di vita - immigrazione a Milano
Storie di vita - immigrazione a Milano.d
Documento Microsoft Word 63.0 KB
L'uomo selvatico sulle Alpi
uomo selvatico.doc
Documento Microsoft Word 96.5 KB
Il TATUAGGIO SACRO. Iniziazione, investizione comunitaria, identità personale: culture egualitarie, controculture, culture altre.
I tatuaggi hanno una storia antichissima. Si può dire che le prime testimonianze artistiche sulla figura umana raccontino che fin dalla notte dei tempi incisioni, scarificazioni e segni della pelle siano stati praticati in ogni parte del mondo, Europa inclusa. Una cosa è certa: sono stati legato alla sfera del sacro, e soprattutto, al culto alla Dea Madre. Statuette delle cultura Tyrpillian- Cucuteni dimostrano che le donne legate al sacerdozio si praticavano segni sulla pelle, probabilmente scarificazioni, dovute anche al fatto che fino almeno 50.000 anni fa l’umanità era di razza negroide, e il tatuaggio con l’inchiostro non era praticabile. Sembra che fossero principalmente le donne a tatuarsi; ma non si può affermare con certezza la differenziazione di genere in quanto gran parte delle sculture sono di sesso femminile: quindi non si può escludere una pratica maschile.
tatuaggi - presentazione.pptx
Presentazione Microsoft Power Point 10.0 MB
I TATUAGGI DELLA DEA
tatuaggi della dea - presentazione.pptx
Presentazione Microsoft Power Point 19.1 MB