6 aprile - h. 14 - MUSE - Corso del Lavoro e della Scienza, 3 - Trento - LA RELIGIONE DELLA DEA. TRACCE NELLA TRADIZIONE E CONTINUITA' NELLA GESTIONE DELLO SPAZIO ALPINO
Per decine di millenni sulle Alpi si è praticata la religione della Dea, fino a tempi storici e anche oltre. La lotta fra tribù egualitarie e matrifocali e patriarcato ha lasciato tracce nella tradizione. Il regno dei Fanes è una vera e propria saga epica dei popoli ladini delle Dolomiti, conosciuto principalmente nella versione romanzata di Wolff, del 1932. Fino ad allora il materiale era stato tramandato oralmente. La leggenda narra dell'espansione e del declino del regno dei Fanes, un popolo mite, caratterizzato dall'alleanza con le marmotte, governato da una regina che scambiava la figlia con la figlia della regina delle marmotte e l’allevava come sua. Quando però la regina sposò un re straniero avido e bellicoso, il clima cominciò a cambiare.... La presenza nella saga di una cultura sciamanica, ribadiscono l’antichità del ciclo epico e lo pongono come unico poema di riferimento della storia alpina, allo stesso livello dell’Iliade per la cultura greca.
FALENABLU invito conferenza 6 aprile DEA
Documento Adobe Acrobat 269.9 KB
10 e 17 aprile - h, 21 - piazza della Repubblica - MIlano - HILDEGARDA DI BINGEN: VISIONARIA, INTELLETTUALE, SPREGIUDICATA, COBSERVATRICE. DONNA DEL SUO TEMPO
Quando Hildegarda aveva tre anni, suo padre morì e la madre da sola si prese cura dell'educazione dei figli, facendo di lei una donna colta. Secondo la tradizione, all'età di dodici anni si ammalò gravemente. La sua guarigione sembrò un miracolo e lei promise di dedicare la vita a Dio. Respinse le proposte di matrimonio, cercò l‘arcivescovo di Magonza e contro il volere della famiglia all'età di 14 anni, prese il velo e si recluse in casa. Aveva le allucinazioni dall'età di sei anni: finalmente i suoi le permisero di entrare in convento, e la affidarono ad una delle donne più colte dell'antichità...
Una storia affascinante e piena di curiosità raccontata da una delle migliori antropologhe della nostra contemporaneità, colta narratrice di storie con protagoniste donne forti che hanno avuto il merito di dare potenti impulsi alla nostra cultura.
Per prenotazioni e informazioni: koine.loft@gmail.com
hildegarda.jpg
Formato JPG 41.1 KB
13/14 aprile - dalle 14 in poi - Framura (La Spezia) - RITROVARE LA FORZA E LA POTENZA DEL FEMMINILE ATTINGENDO ALLE DONNE DEL PASSATO
Nell'ambito della scuola di formazione biennale di SOCIO-PSICOLOGIA DELLE DONNE, diretta da Paola Leonardi, il primo incontro è per conoscere la nostra storia: quella che nessuno ha raccontato e che ancora oggi viene tenuta nascosta, patrimonio semi segreto di specialisti. E che cosa ci tramandano i fatto negati legati al femminile? Che le donne del passato hanno sempre combattuto, spesso sono state ij posizioni di leadership, e che il patriarcato è solo l'ultima espressione della storia dell'uomo.
Paola Leonardi - SCUOLA 2019.doc
Documento Microsoft Word 57.5 KB
26-28 aprile Trentino - SUI SENTIERI DELLE MADRI ANTICHE
26 aprile - h. 14. Comano. Ponte coperto. La acque della Sibilla. La leggenda racconta di un collegio sacerdotale femminile legato alle sorgenti. Seguiremo i flussi della Sarca fino ai canyon del Limarò, su percorsi antichi che collegavano comunità che non si sono mai piegate.
27 aprile - h. 9. Comano - Lundo. Palafitte e società libere: le Valli Giudicarie
L'area archeologica longobarda di Monte San Martino. La chiesa di San Silvestro. Il complesso alto medioevale della pieve di San Lorenzo. Castel Spine. Il Museo delle palafitte di Fiavè. e il biotopo sul lago delle antiche genti.
28 aprile - h. 9 - Trento. Doss San Rocco. I castellieri dei Tre Denti
e la caverna della Gran Madre. Il forte di San Rocco. La Madonna Nera
della Grotta di Villazzano. Gabbiolo. Salè. Il doss Sant'Agata. Cognola. Martignano. Il Riparo Gaban dove c'era l'immagine della Dea.
COSTI Visita guidata: 100 euro Tessera Sherwood: 5 euro Pasti compresi. Minorenni gratis
arkeotrekking fiavè-page-001 (1).jpg
Formato JPG 487.6 KB