Aprile 2020

22 aprile - h. 20,30 - sala Csen - via Anedda 5/A - Parma - DONNE DELINQUENTI: storie di streghe, eretiche, brigantesse, tarantolate
Il patto infernale firmato col diavolo è un atto estremo di rivolta: non è, come avrebbero voluto far credere gli inquisitori, un colpo di testa di femmine dannate affamate di sesso, né, come hanno scritto molti storici, un’allucinazione di donne insoddisfatte che cercano un minimo di divertimento e di piacere in una vita fatta di povertà e solitudine. Certe cose non vennero, come si cercò di far credere a varie riprese, né “dalla leggerezza umana, né dall’incostanza della natura caduta, né dalle tentazioni fortuite della concupiscenza”. Ci volle che l’inferno stesso paresse un rifugio, un asilo contro il baratro di questo mondo. Si arrivava all’accordo col demonio solo quando non esisteva più nessuna speranza di miglioramento delle proprie condizioni.
Le rivolte dei contadini e la strenua resistenza delle streghe procedono in parallelo. Oggi come oggi, è sorprendente constatare che le “parole d’ordine” stregonesche contenevano generiche rivendicazioni di
pARMA VASSILISSA.jpg
Formato JPG 123.8 KB